C'è tempo fino al  30 giugno per candidare la propria idea di business o startup alla Prize Competition 2017 che mette in palio un primo premio del valore di 20.000 €

Heroes Prize Competition è la competizione promossa dall'organizzazione di Heroes aperta a Startup, imprese, persone fisiche e team informali iscritti a Heroes, che premia le realtà più innovative, sostenibili ed in grado di dimostrare la capacità di rispondere efficacemente alle principali sfide economiche e sociali del nostro tempo. Il presente regolamento ha l'obiettivo di fornire i criteri e le coordinate relative alla valutazione e alla selezione delle migliori candidature.

Come funziona? E' possibile inviare le candidature alla Competition, dopo aver formalizzato la propria iscrizione all’evento, a partire dalla data di apertura del contest che sarà il 12 Maggio 2017 e comunque non oltre il 30 Giugno 2017, data ufficiale di chiusura delle candidature. Le candidature pervenute alla Segreteria Organizzativa del Festival saranno valutate da un Comitato Scientifico formato da cinque esperti di diversi settori. Il Comitato Scientifico selezionerà le migliori 40 candidature pervenute che potranno partecipare alla Pitch Competition che si terrà nei tre giorni di Festival e potranno essere selezionate tra le 5 finaliste che parteciperanno all’ultimo step di valutazione in data 23 Settembre 2017. Alle 40 candidature selezionate si aggiungeranno inoltre, accedendo di diritto alla Pitch Competition di Maratea, i vincitori dei contest locali realizzati da Heroes nell’ambito dell’iniziativa Heroes Tour 2017, un calendario di appuntamenti presso Università e Centri di ricerca per presentare Heroes e coinvolgere il tessuto territoriale delle dell’innovazione. Queste ultime candidature saranno comunque valutate dal Comitato Scientifico sulla base dei medesimi criteri e sarà attribuito loro un punteggio secondo le stesse modalità delle candidature avvenute tramite Form online

Il premio sarà assegnato ai progetti che avranno ricevuto il punteggio complessivo più alto nelle quattro classi di impatto individuate: 1) impatto economico; 2) impatto sociale; 3) innovatività; 4)efficacia comunicativa. Le cinque finaliste saranno selezionate da una giuria di esperti, da una giuria di pari e da una giuria popolare secondo le modalità specificate all’art. 4 Definizione della pitch competition del seguente regolamento. La votazione della giuria popolare si terrà nell’ambito del contest “a tavola con la startup” durante il quale le startup finaliste parteciperanno a un pranzo a casa di una famiglia locale insieme ad un investitore e a un mentor.

 

Scopri info e regolamento su http://bit.ly/HeroesPrize2017 

 

Riparte Heroes meet in Maratea. La kemesse dedicata al mondo dell'imprenditoria e delle start up giunta alla sua seconda edizione. Il programma di quest'anno si preannuncia ricco di novità. La prima riguarda il coinvolgimento delle Università di tutta Italia con un vero e proprio tour che è già partito dall'Ateneo di Fisciano (Salerno) , Facoltà di Ingegneria Meccanica, dove il 28 aprile si è già tenuto il primo incontro con gli studenti nell’ambito di un corso, tenuto dal Prof. Nicola Cappetti e dalla Prof.ssa Francesca Michelin, che spiega ai partecipanti non solo come mettere a punto un prototipo ma anche come lanciarlo sul mercato.

 

Gian Luca Ranno, Ceo e co-founder di Gnammo, la prima app italiana per il social eating è stato ospite di Heroes, meet in Maratea, dove ha partecipato al coinnovation lab su Sicurezza alimentare e agricoltura sostenibile ed è stato a cena da una famiglia di marateoti desiderosi di trasformare la loro casa in un Home restaurant per una sera.

Ci siamo fatti raccontare le nuove sfide che Gnammo sta affrontando: dalla proposta di legge sulla Sharing economy alla collaborazione con gli enti locali per promuovere turismo e prodotti tipici.

I Cuochi di Gnammo li vedi più come autoimprenditori o come socializzatori/condivisori?

I Cuochi di Gnammo sono prima di tutto degli aggregatori. Mi spiego meglio, attorno alla loro passione alle loro storie raccolgono persone che si incontrano e lo fanno a tavola, dove i meccanismi di socializzazione sono i più veri e antichi del mondo. L’aspetto imprenditoriale è un fattore secondario, anche perché stiamo parlando di una community di Cuochi di casa e quindi di persone che offrono i loro servizi saltuariamente.

Se poi qualcuno di loro dovesse essere bravo e sentirsi di intraprendere un percorso imprenditoriale, noi saremmo molto felici di aver trasformato una passione in un lavoro e stiamo lavorando anche in questa direzione, per apparecchiare un posto a tavola per i futuri imprenditore dell’home restaurant.

Sei andato a cena dai Cuochi di Gnammo? Che esperienza è stata?

Ecco perché gli eventi sull’innovazione dovrebbero avere un filo conduttore e non essere mine vaganti sul territorio!

Perché azzerare la distanza di 400 chilometri, vuol dire creare un ponte unico per l’innovazione. Perché lavorare insieme significa vincere insieme, e questo no, non è un semplice motto, ma è quello che sta accadendo in un piccolo universo dell’innovazione che da Maratea si affaccia a braccio teso sulla Capitale. Perché è dalla collaborazione e non dalla competizione che si ottengono i risultati migliori, correndo insieme nella stessa direzione.

Ed è così che nasce la collaborazione tra Heroes meet in Maratea e Blast. È da queste premesse che nasce la volontà di unire i pezzi di un puzzle che sta diventando ogni giorno più complesso e più ricco. Noi di Heroes ci crediamo fortemente.

Page 1 of 6

;